Fondazione Teatri di Piacenza
Archivio News
09 October 2019
#aperiOpera: i giovani presentano la lirica 
09 October 2019
#aperiOpera
Ragazzi protagonisti assoluti di un vero e proprio “invito all'opera”, per presentare i titoli in cartellone al Teatro Municipale. È questa l'anima del nuovo progetto #aperiOpera, nato dalla collaborazione tra Fondazione Teatri di Piacenza e Liceo Respighi, che vedrà i giovanissimi studenti impegnati in sei incontri rivolti al pubblico, durante tutto l'arco della Stagione Lirica 2019/2020, al Ridotto del Teatro Municipale.
Grazie all'avvio del nuovo percorso di studi a curvatura musicale del Liceo Scientifico Respighi, frutto della convenzione tra l'Istituto scolastico e il Conservatorio Nicolini di Piacenza, i diciotto studenti della classe 1 U saranno gli interpreti ideali di questo progetto pensato per avvicinare e far dialogare sempre più il mondo dei giovani e quello del melodramma. Attraverso una preparazione di natura pluridisciplinare, i ragazzi racconteranno l'opera al Ridotto del Teatro, proponendo un approfondimento su titoli e autori, con l'esecuzione di alcuni passaggi musicali. A loro anche il compito di interagire con musicologi o con i registi delle opere.
A coordinare il progetto Patrizia Bernelich, responsabile del Laboratorio di Musica d’Insieme della classe 1U del Liceo Respighi, e Patrizia Datilini, coordinatore della classe 1U e referente del Laboratorio di Canto corale del Liceo Respighi; a preparare insieme a loro i ragazzi, il team di insegnanti composto da Tiziana Albasi (Geostoria), Arianna Groppi (Sostegno), Elena Metti (Disegno/Storia dell’Arte), Federica Morandi (Italiano), Roberta Pasetti (Lingua inglese). Del team fa parte anche Giancarlo Catelli (tutor del Conservatorio per la Convenzione Liceo Respighi – Conservatorio Nicolini).
Il primo incontro, in programma venerdì 13 dicembre alle ore 19, sarà dedicato a La Bohème di Giacomo Puccini, opera che inaugura la Stagione Lirica 2019/2020. Seguiranno gli incontri dedicati al Falstaff di Giuseppe Verdi (18 gennaio), a Lucrezia Borgia di Gaetano Donizetti (21 febbraio), a Turandot di Giacomo Puccini (13 marzo), a Pélleas et Mélisande di Claude Debussy, e infine a Mefistofele di Boito che chiuderà la Stagione il 30 ottobre 2020.
Tutti gli incontri sono ad ingresso libero, con possibilità di consumazione presso il Caffé del Teatro.