Fondazione Teatri di Piacenza
Archivio News
03 February 2019
LE STELLE DELLA DANZA - Domenica 7 aprile
03 February 2019
Sabrina Brazzo José Perez
Parata di luminose stelle del firmamento del balletto per il Gala internazionale della Danza, in programma domenica 7 aprile alle ore 16 al Teatro Municipale di Piacenza. Nell'ambito della Stagione Danza 2019, il ricco programma vedrà alternarsi amatissimi brani del repertorio classico, tra cui anche celebri pas de deux firmati dal coreografo Marius Petipa, tratti da capolavori come Il lago dei cigni, Don Chisciotte, Le Corsaire, a creazioni del repertorio contemporaneo.
Sul palcoscenico si alterneranno dieci splendidi ballerini acclamati nei più prestigiosi teatri: Sabrina Brazzo, Nutsa Chekurashvili, Petra Conti, Natalia De Froberville, Davit Galstyan, Jevgeni Grib, Eris Nezha, José Perez, Alena Shkatula, Yonen Takano. Il programma si aprirà con i brillanti virtuosismi del passo a due tratto dal II atto de Le corsaire, interpretato da Alena Shkatula, prima ballerina dell'Estonian National Ballet, in coppia con Jevgeni Grib, solista dell'Estonian Ballet e ballerino ospite dell'Eifman Ballet di San Pietroburgo. Spazio poi a un brano contemporaneo, Beyond You, coreografia di Frank Van Tongeren, con due primi ballerini dalla Georgia, Nutsa Chekurashvili e il giapponese Yonen Takano, in arrivo dal Tbilisi Opera and Ballet State Theatre Ballet Company. Due interpreti amatissimi dal pubblico interpreteranno poi un passo a due tratto dalla Carmen di Bizet: Sabrina Brazzo, stella italiana della danza che nel corso della sua carriera ha ricoperto i principali ruoli del repertorio classico e moderno, e che ha ballato sui palcoscenici dei teatri più prestigiosi del mondo ricevendo molteplici premi e riconoscimenti, e José Perez, il talentuoso ballerino di Cuba che ha raggiunto grande notorietà con la partecipazione alla trasmissione televisiva Amici, e che di questa Carmen firma anche la coreografia.
Il programma del Gala proseguirà poi con un altro passo a due d'eccezionale fascino, che vedrà sul palcoscenico del Teatro Municipale Petra Conti, ètoile ospite internazionale che si esibisce nei maggiori teatri del mondo. Principal Dancer al Los Angeles Ballet dalla stagione 2017/2018, nominata nel 2011 prima ballerina del Teatro alla Scala, Petra Conti è Ambasciatrice della Danza Italiana nel mondo dal 2014 e ha ricevuto nel corso della sua carriera molti importanti premi. Con lei, a interpretare la coreografia contemporanea Black Stone firmata da Gianluca Schiavoni, il ballerino Eris Nezha, Principal Dancer al Los Angeles Ballet e interprete dei più importanti ruoli del repertorio classico e neoclassico.
Il gran finale della prima parte del Gala delle stelle sarà affidato a un altro tra i più celebri e amati balletti, il Don Chisciotte firmato da Petipa, di cui verrà interpretato il pas de deux dal III atto da Natalia De Froberville, étoile del Ballet du Capitole di Touolouse, già Principal Dancer del Balletto dell'Opera Nazionale Caijkovskij di Perm (Russia) e del Balletto dell'Opera Nazionale di Kiev (Ucraina), e da Davit Galstyan, étoile del Ballet du Capitole, da diverse stagioni ospite all'Arena di Verona nell'Aida in qualità di primo ballerino.
La seconda parte del programma si aprirà con la coreografia Steel di Gianluca Schiavoni, interpretata da Sabrina Brazzo, per lasciare il posto alla grande magia de Il Lago dei cigni di Cajkovskij, uno dei più famosi ed acclamati balletti del XIX secolo, con il pas de deux tra i più amati del repertorio classico, quello del “Cigno bianco” del II atto, che vedrà tornare sul palcoscenico Petra Conti e Eris Nezha. Ancora spazio alla danza contemporanea con Chase, coreografia dell'estone Thomas Edur, interpretata da Alena Shkatula e Jevgeni Grib. L'intramontabile Tango di Astor Piazzolla sarà danzato da Sabrina Brazzo e Josè Perez in un passo a due che s'annuncia di ammaliante fascino, per proseguire con il celeberrimo pas de deux dal III atto, quello del “Cigno nero”, ancora da Il lago dei cigni, che vedrà tornare sul palcoscenico Nutsa Cherkurashvili e Yonen Takano. Un tripudio di emozioni, che si concluderà sulla musica di Jacques Brel, con Le Bourgeois, coreografia di Ben Von Cawemberg che sarà interpretata dal ballerino Davit Galstyan.